Il lavoro dei Sogni: Paolo Soave Wedding Photography

Sta quasi diventando un appuntamento settimanale, e ne sono davvero felice perchè vuol dire che sempre piu’ persone riescono a raggiungere i loro sogni! A questo punto non ha proprio senso rinnegare, sono davvero una romanticona, lo devo ammettere!

La storia di oggi parla di Paolo, uno dei fotografi con i quali collaboro per i matrimoni. Ci siamo conosciuti ormai alcuni anni fa e devo dire che Paolo in poco tempo è davvero riuscito a dare una svolta alla sua vita!

Paolo Soave nasce a Torino e si trasferisce nella cintura del capoluogo torinese intorno ai 14 anni. Dopo le scuole e qualche esperienza qua e la, decide di lavorare nella ditta di famiglia, un’impresa di facility management, nella quale trascorre anni di grande crescita professionale, passando dall’eseguire materialmente i lavori più faticosi, alla gestione globale dell’azienda insieme ai genitori.

Dopo anni di benessere economico a 32 anni decide di dare una svolta alla sua vita. Complice una nuova storia d’amore e la conoscenza del buddismo, capisce che nella vita vuole costruire qualcosa di suo, che veramente gli piace e lo appassiona, decide allora di fare di una delle sue piu’ grandi passioni il lavoro della sua vita: Il Fotografo.
Torino sicuramente non offriva grandi opportunità, cosi decide di trasferirsi a Milano, la città della Moda.
I primi tempi sono stati davvero difficili, nessuna conoscenza del settore, era quasi una causa persa in partenza, ma non si è dato per vinto e dopo un anno di assistentato con fotografi della moda, tra cui Mauro Balletti approda nel mondo del Wedding nel modo migliore, iniziando a collaborare con uno degli studi più conosciuti e apprezzati sul territorio lombardo e italiano.

Dopo un paio di anni di collaborazione e di lavoro duro all’interno dello studio Morlotti e di altre note agenzie fotogiornalistiche, decide che vuole fare il salto di qualità ed avere un proprio studio fotografico.

Il periodo economicamente difficile non ha aiutato, ma la determinazione e il talento hanno fatto si che oggi Paolo Soave – Wedding Photography sia una realtà sul territorio, e stia collaborando oltre che per servizi matrimoniali anche con volti noti dello spettacolo.

A quanto pare rendere realtà i propri sogni, oltre ad essere realizzabile, puo’ rendervi davvero Felici!

Paolo Soave – Photography –
Cell. 335.52.499.49
http://www.paolosoave.com

Seguilo su Facebook

Il lavoro dei Sogni: Heather Jones Designs

Probabilmente vi chiederete come mai un titolo simile postato su un Blog dedicato alle Nozze, ma molti di voi sanno quanto penso che sia davvero importante la soddisfazione personale, soprattutto a livello lavorativo, in fondo se sono qui e sono diventata Wedding Planner lo devo alla mia continua ricerca di migliorarmi e di fare un attività che mi dia davvero soddisfazione.

Ultimamente incontro tante persone che hanno fatto dei propri sogni una realtà, complice l’arduo lavoro e una fortissima determinazione. Oggi vi voglio raccontare la storia di Heather Jones, una nota designer dei Caraibi che in questo momento è al culmine della sua carriera di stilista. I suoi abiti sono amati e conosciuti in tutto il continente americano, soprattutto a Miami e nel centro America, il suo stile non ha eguali, e le sue origini sono davvero il suo punto di forza: il suo stile caraibico e l’artigianalità di tutti i suoi abiti. Nelle sue collezioni vincono i colori, ogni abito è un progetto a sè, completamente rifinito a mano: pensate che persino le stampe sono in realtà fatte pennello singolarmente.
Un grande lavoro e grandissime soddisfazioni, ma conoscendo personalmente Heather al nostro evento del 22 giugno, ho scoperto che dietro questa donna cosi determinata e di successo c’è una storia che vale davvero la pena di raccontare!

Di umili origini Heather Jones nasce nello stato di Trinidad y Tobago, fin da bambina ha il sogno di diventare un artista e si allena creando abiti per le sue bambole, osteggiata dalla famiglia che vedeva la sua passione come un inutile perdita di tempo, a 16 anni decide di affiancare gli studi ad un attività lavorativa, sceglie il sarto piu’ apprezzato dello stato e gli chiede di prenderla come apprendista, ma pultroppo non viene presa sul serio per la sua giovane età e per il suo stato sociale. La giovane Heather non si da di certo per vinta e per una settimana, tutti i giorni alla stessa ora, prima di andare a scuola, si presenta in atelier dal sarto ad aspettarlo per essere presa in considerazione. Finalmente riesce a spuntarla e ottiene il posto per uno stage gratuito di tre anni. I famigliari di Heather erano sconvolti dalla situazione, una famiglia di 16 individui da portare avanti, una figlia che lavora e studia giorno e notte e nessun compenso! Heather era persino disposta a mangiare meno dei suoi fratelli pur di conservare la sua posizione in Atelier, e a dividere le forbici con gli altri sarti, non potendosi permettere di comprarle.

Gli anni da i 16 e i 18 anni sono stati anni duri, il proprietario dell’Atelier era molto severo con lei e non c’era giorno che non tornasse a casa in lascrime. La soddisfazione piu’ grande, però, gliela diede negli anni seguenti proprio quest’uomo, le disse: ” La mia azienda è troppo piccola per te!” ammettendo il suo indiscutibile talento e incentivandola ad aprire il proprio Atelier.

A 19 anni apre il suo piccolo atelier, ancora insicura delle proprie capacità, decide di creare abiti solo a coloro che le portavano le stoffe, la fiducia che i suoi clienti avevano in lei era fondamentale, ma certo non le dava da mangiare, per questo aveva iniziato a creare anche piccola pelletteria in pelle, con gli scarti della conceria del porto.
A 20 anni, finalmente la svolta, viene scoperta da una ricca signora dell’isola che riconosce il suo talento innato e le da grande notorietà. Da quel giorno in avanti la sua carriera è letteralmente decollata. Heather come stilista ha ricevuto due premi molto importanti: il Pret-à-Porter Award South America 2002 e il Presidential Award Choconia Gold di Trinidad.

Negli anni non sono certo mancati i momenti difficili, come quando il suo Atelier è stato letteralmente raso al suolo dal fuoco in un incendio, ma non ha mai smesso di lottare per raggiungere il suo sogno e oggi è quello che è grazie a questo!

E se ce l’ha fatta lei…non vedo perchè anche tu non possa raggiungere il tuo sogno!

Il sito ufficiale di Heather Jones
Press Office: Green Pebbles by Natalia Dodi

Designer for  UNCONVENTIONAL WEDDING DISTRICT 2012