Calabria: La Jolie Estetica e Benessere

Per lavoro mi capita spesso di girare l’italia e grazie a M. che ha scelto la calabria per le sue nozze ho avuto modo di rendermi conto che anche qui ci sono professionisti seri che operano con macchinari di ultima generazione per sviluppare percorsi di bellezza innovativi.

Oggi vorrei parlarvi di un centro estetico “La Jolie” che si trova in un paesino della provincia di Crotone, Castelleone. Per ulteriori informazioni vi consiglio di visitare il sito.

La titolare, Beatrice Carli ha ideato e sviluppato un interessante: “Mente Sana in Corpo Sano”, un percorso innovativo basato su corsi mirati che, relazionando l’educazione alimentare all’aspetto psicologico sempre più importante nella vita stressante di oggi, aiutano il paziente a perseguire con maggiore facilità il raggiungimento e il mantenimento di un vero benessere fisico e psicologico.

Come cominciare a curare la propria alimentazione?

Si inizia con un appuntamento con un esperto, bisogna sapere che è consigliabile portare un diario con le vostre abitudini alimentari in modo da presentare un quadro chiaro allo specialista durante la visita. In base alle vostre caratteristiche biochimiche e personali e tenendo conto anche delle esigenze soggettive (stile di vita) l’esperto elaborerà un piano alimentare equilibrato. A supportare lo specialista in alimentazione nell’identificazione della dieta corretta ci sono strumenti come il test delle intolleranze, che aiutano il nutrizionista a identificare le sostanze male accettate dall’organismo. Le intolleranze possono essere identificate sia tramite le analisi del sangue che con il Vega Test. Quest’ultimo è uno strumento diagnostico innovativo e poco invasivo, utile per misurare il livello energetico degli organi ed esaminare la risposta dell’organismo agli alimenti e anche ai farmaci omeopatici. In questo modo si possono identificare eventuali organi intossicati o poco efficienti e perfino rilevare l’età biologica dell’organismo.

E se il fisico ha bisogno di aiuto?

Il problema piu grande che le donne hanno a causa della sedentarietà e del lavoro d’ufficio è la cellulite e “La Jolie” ha deciso di affrontarlo con un macchinario esclusivo della Mantis in esclusiva, MR991.
L’applicazione di Mantis per la cellulite è piacevole, rilassante e naturale e agisce su tutto l’organismo, producendo un forte stato di benessere e di rigenerazione cellulare. Le quattro forze di MR991 sono i suoi quattro manipoli concepiti per i trattamenti anticellulite su diverse parti di corpo e viso.
Il manipolo più grosso, costituito da rulli che si muovono in varie direzioni, un sistema di aspirazione pulsata ed un sistema CMPS. È destinato al trattamento delle zone del corpo più ampie, come glutei e cosce, per una copertura ottimale. Con Maxenergy, costituito da un particolare e potente impianto CMP in grado effettuare una terapia d’urto sui pannicoli adiposi ottenete la riduzione degli accumuli di grasso. Attraverso un endomassaggio magnetico che agisce specificatamente sul tessuto connettivale si ristabilisce l’irrorazione vascolare e quindi la riattivazione sanguigna e linfatica, favorendo gli scambi metabolici. Inoltre, stimolando gli adipociti, il processo di eliminazione del grasso aumenta in modo significativo. L’endomassaggio consiste in un’aspirazione della cute, combinata con un’azione di rotolamento e srotolamento della plica cutanea, sulla quale è possibile agire con frequenza e potenza differenti, in base al livello di gravità dell’inestetismo o della problematica fisica su cui occorre intervenire.

Soluzioni che in poco tempo danno risultati eccezionali.

Uno dei trattamenti corpo contemporanei più apprezzati è il Thalaxoterm una sorta di guscio di vapore che in uno spazio ridotto ed estremamente confortevole riesce a restituire tutti i benefici di una vera spa, con qualche vantaggio in più a livello di comfort. Provando una seduta, dopo brevissimo tempo, i benefici del trattamento sono evidenti e si traducono in una pelle più elastica e luminosa, un corpo purificato dalle tossine, il miglioramento della circolazione e l’aumento delle prestazioni metaboliche, connesso alla possibilità di dimagrire più velocemente.

Praticità d’utilizzo
Il Thalaxoterm ti avvolge in un bagno di vapore per accompagnarti nelle varie fasi tipiche degli hammam senza cambi di location e bagni freddi. Dal trepidarium, con il vapore che avvolge il corpo a basse temperature, si passa direttamente al calidarum, o fase del calore, dove vengono eliminate le tossine tramite la sudorazione. Attraverso il frigidarium il corpo, purificato, torna alla sua temperatura normale.

Grande flessibilità
La culla di vapore rende possibile una vasta gamma di trattamenti in una sola sede. Si presta al bagno di vapore shock strong da 40°, 42° o 44 gradi; a programmi anticellulite e dimagranti fino a 50°; al bagno di fango e di alga anticellulite; al bagno di fieno drenante e detox per l’eliminazione delle tossine e l’apporto di benefici alla schiena.

Un trattamento intensivo, mai invasivo
Rispetto al bagno turco, che è raccomandato dai 10 ai 20 minuti al massimo in quanto rischia di abbassare troppo i livelli di pressione sanguigna, il Thalaxoterm non ha nessuna controindicazione di questo genere: durante il trattamento la testa viene mantenuta all’esterno del bagno di vapore e quindi respirerai aria a temperatura ambiente. Una seduta di Thalaxoterm può durare fino a sessanta minuti, offrendo quindi un trattamento corpo intensivo e dai risulti più efficaci in una sola seduta.

Se decidete di fare una vacanza disintossicante o se tornate in calabria a fare incetta di buona cucina sappiate che potete pensare anche al vostro benessere in vacanza! Anzi i momenti di relax sono i momenti migliori per perdere i vizi alimentari e dedicarsi al benessere del proprio corpo!

Trovate La Jolie su

 

Trattamento-Mantis-localizzato-La-Jolie

thalaxoterm-La-Jolie2

<img src="https://buzzoole.com/track-img.php?code=G42ST576CLPHWTNRI3LO" alt="Buzzoole" />

Annunci

A Week-end with the designer: Lazaro Perez

lazaro in milan

Le mie giornate negli ultimi mesi sono state davvero elettrizzanti: un emozione dopo l’altra senza avere mai il tempo di rendermi conto effettivamente di quanto tutto ciò sia speciale. Sono molto grata di tutto quello che mi sta accandendo in questi mesi e voglio condividerlo con voi, chissà magari questa felicità è contagiosa!

Lo scorso venerdi è arrivato per la prima volta in Italia il sig. Lazaro Perez designer internazionale per il brand che porta il suo nome Lazaro Bridals. Il Signor Lazaro oltre ad essere alla sua prima visita in Italia era allo stesso tempo alla sua visita in Europa e mi sono sentita onorata di poterlo accogliere e guidare in questo w-end milanese. Ma com’è il signor Lazaro? Una persona dotata di una grande sensibilità e di uno stupefacente carisma, un uomo che soprattutto mi ha colpito per la sua grande umanità e per il suo cuore immenso. Una sensazione quasi a pelle, in grado di farti sentire fin da subito veramente a tuo agio.

Il primo incontro è stato un po’ imbarazzante: mi trovavo nell’atelier Le Spose di Milano per un meeting conoscitivo con Mr. Lazaro Perez e Mr. Ray  Lowbridge, responsabile commerciale europeo dell’azienda JLM Couture che gestisce il marchio Lazaro Bridals. Ci trovavamo al primo piano dove si trovano gli spazi dedicati agli abiti Couture e non riuscivo a guardare Lazaro perchè ero completamente accecata dal sole che entrava dalla finestra della sala, ai miei occhi è sembrata quasi un apparizione divina! Per fortuna l’ironia anglosassone di Ray mi ha subito riportata con i piedi per terra, mi sentivo un po’ in una di quelle situazioni alla Bridget Jones. Ray è una persona davvero pragmatica, un gran lavoratore e molto discreto, almeno all’inizio quando non lo conosci bene. Poi per fortuna è un po’ come me, non riesce a nascondere quello che pensa per cui sicuramente con una persona cosi non c’è rischio di perdere tempo, si è efficienti ed efficaci!

Dopo un tardo pomeriggio dedicato alla presentazione alla stampa dell’evento Italian Wedding style in cui siamo soprattutto riusciti ad apprezzare la passione di Elisabetta Cardani per suo lavoro e la sua bella Italia, siamo riusciti a trascorrere una bella serata a cena e qui abbiamo avuto un po’ di tempo per parlare della sua vita e della sua carriera.

Lazaro nasce a Cuba e da bambino si trasferisce con la famiglia negli Usa, la madre insegnava design della moda e fin da subito ha amato questo ambiente (chi come lui nella moda ci nasce non ha la necessità di darsi arie, è semplicemente una spanna avanti agli altri e la cosa è cosi evidente che quasi la dai per scontata! Poi al trunk show vedere con quale semplicità e amore disegnava i bozzetti per le sue spose, mi ha lasciato davver senza parole!).

Ma ritorniamo ai racconti di Lazaro, il suo talento è visibile già durante gli studi tanto che vince un concorso nazionale presso il Ray College of Design di Chicago che lo fa arrivare fino a New York dove lavora prima per Galina-Bouquet e poi per  Richard Glasgow’s Riccio collection. A metà degli anni ’90 entra in JLM Couture e il sodalizio continua ormai da 23 anni. Una carriera costellata di successi e di grandi emozioni che però non hanno mai cambiato lo splendido carattere del signor Lazaro che ancora si emoziona e condivide la gioia della scelta dell’abito delle sue clienti, è successo anche qui a Milano dove durante il trunk show alcune ragazze fortunatissime hanno avuto la possibilità di essere seguite direttamente dallo stilista nella scelta dell’abito e alle quali è stato regalato un bozzetto realizzato dell’abito scelto.

Trascorrere questi tre giorni con lui è stato un po’ stancante da una parte, ma davvero una grande fonte d’ispirazione per il mio lavoro. Dopo un emozionante shooting tra il Duomo e la Galleria Vittorio Emanuele (la nostra bellissima modella Ludovica e il nostro fotografo Paolo) e un intera giornata tra sfilate e prove all’interno dell’atelier che ha ospitato il trunk show (Le spose di Milano in piazza Principessa Clotilde a Milano) posso solo dire che l’abbraccio finale con lo stilista e l’infinita stima che ho nei suoi confronti sono davvero sentiti e ha reso queste intense giornate di lavoro davvero fantastiche. Le sue creazioni da favola sono davvero frutto dell’estro di uno stilista eccelso che con la sua grande sensibilità riesce a valorizzare la femminilità delle donne di tutto il mondo.

Se potessi riassumerti in un aforisma saresti sicuramente questo: “If a man speaks or acts with a pure thought, happiness follows him like a shadow that never leaves him”.

Buon viaggio Lazaro e speriamo di vederci presto!

Ray, persone come come te se non ci fossero bisognerebbe inventarle!

***

I‘m really lucky because my recent months have been very exciting: I have realized many projects in a relly short period without having the time to realize how everything is happening is so special! I am very grateful for this months of hardwork and I want to share some of my experiences with you my readers, who knows maybe this happiness is contagious!

Last Friday has arrived for the first time in Italy, Mr. Lazaro Perez international designers for the brand Lazaro Bridals. Mr. Lazaro besides being his first visit to Italy was at the same time to his visit to Europe and I felt honored to welcome him and drive through this w-end in Milan. My opinion on Mr. Lazaro after this italian full immersion? A person with a great feeling and an amazing charisma, a man who particularly impressed me with his great humanity and for his huge heart.

The first meeting was a bit ‘embarrassing: I was at the atelier Le Spose di Milano for the first meeting with Mr. Lazaro Perez and Mr. Ray Lowbridge, European sales manager of JLM Couture, the company that manages the  Lazaro Bridals brand. We were on the first floor where there are the spaces dedicated to Couture dresses and I could not look at Mr Lazaro because I was completely blinded by the sun coming through the window of the room, at my eyes seemed almost a divine apparition! Fortunately Ray Anglo irony brought me back immediately to the real life, I felt a little ‘in one of those situations that only “Mrs Bridget Jones” can understand. I got to know a little bit also of Mr Ray, and I can tell that is a very pragmatic person, a hard worker and very discreet, at least in the beginning when you do not know him well. Then, fortunately, is a bit ‘like me, he is a really communicative person and he usually doesn’t hide what he thinks so surely with someone like him there is no risk of losing time, it is efficient and effective!

After a late afternoon dedicated to the presentation to the press event Italian Wedding Style, in which we are particularly able to appreciate Elizabetta Cardani passion for his work and her country, we were able to spend a nice evening at dinner, and here we had a bit ‘of time to talk about Lazaro’s life and career.

Lazaro was born in Cuba and as a child he moved with his family to the US, his mother taught fashion design and immediately loved this environment. His talent is visible already during his studies so that he won a national competition at the Ray College of Design in Chicago that makes him reach New York where he worked first for Galina-Bouquet and then for Richard Glasgow’s Riccio collection. In the mid-90s he entered JLM Couture and now this partnership continued for 23 years. A career full of successes and excitement but they never changed the nature of Mr. Lazaro who still gets excited and shares the joy of his brides when they choose their wedding gowns. It also has happened here in Milan where during the trunk show somevery lucky girls had the opportunity to be directly followed by the designer and had the opportunity to have a sketch of the chosen gown.

These days had been a bit stressfull on one hand, but really a great source of inspiration for my work. After an exciting shooting between the Duomo and the Galleria Vittorio Emanuele (with our beautiful model Ludovica and our photographer Paolo) and a full day of trunk show and dress rehearsal, I can only say that the final embrace with the designer and the infinite esteem I have for him are really felt and made these intense days of work really fantastic. Its fabulous creations are the result of the designer excellence: with his great sensitivity is able to enhance the femininity of women all over the world.

If I could summerise in an aphorism Mr Lazaro I would surely say this: “If a man speaks or acts with a pure thought, happiness follows him like a shadow that never leaves him.”

Lazaro good trip and we hope to see you soon!

Ray, it was a pleasure to meeting you here in Milan!

lazaro bridal

lazaro in italy

lazaro e ray a milano

lazaro

back stage lazaro bridals

lazaro-duomo-11

lazaro bridal milan

lazaro bridal

lazaro bridal sketches

lazaro bridal working

lazaro bridal

lazaro bridal

lazaro bridals

lazaro bridal

lazaro bridal

lazaro bridal

lazaro brifdal

lazaro bridal

lazaro bridal

lazaro-157

Intervista ad Ernst Knam

knam wedding cake

Buongiorno! Sono reduce da un matrimonio finito alle 3 di stamane, ma che è stato davvero meraviglioso, sono piena di “good vibes” e in generale di vitalità per raccontarvi l’intervista che ad uno dei pasticceri piu’ celebri d’europa: Ernst Knam.

Ho avuto modo di conoscerlo di sfuggita grazie al suo intervento al primo Wedding Breakfast Italiano, ed ero curiosissima di approfondire alcuni argomenti riguardanti il mio lavoro.

Non seguo molto la televisione, ma questo nome mi era davvero ben noto: il sig. Knam è uno dei pasticceri piu’ famosi e seguiti dal pubblico italiano e non,  dal 2012 è uno dei volti di Real Time, protagonista della trasmissione “il re del cioccolato”.

Noi abbiamo avuto il privilegio di poter avere le prelibatezze della Pasticceria Knam e un intera torta realizzata dal maestro pasticcere tedesco lo scorso anno ad un matrimonio e ne siamo rimasti entusiasti! (vedi foto copertina)

Ma veniamo al nostro incontro dal vivo di qualche giorno fa: il Sig. Knam ci ha accolto nei suoi uffici per approfondire il suo personale punto di vista nei confronti del settore della pasticceria per il matrimonio. Prima di tutto ci tengo a precisare che nonostante il primo approccio un po’ freddo, serio e  che incute un po’ di timore, Ernst è una persona piacevolissima, estremamente gentile, educato e molto disponibile al confronto. Per fortuna non ha mangiato né me né Enrico che mi accompagnava, probabilmente aveva già mangiato!

Scherzi a parte abbiamo avuto modo di chiaccherare tranquillamente e mi ha raccontato con quanta cura e attenzione segue i suoi sposi. Nonostante la sua grande esperienza e maestria, si pone come un consulente nei confronti della coppia, studiando insieme varie soluzioni di gusto in modo che sia rappresentativo del palato degli sposi. Si passa poi al momento degli assaggi e delle proposte che vengono realizzate ad hoc dalla pasticceria sottoforma di monoporzioni coreografiche. Dopo questa fase, sulla base del colloquio conoscitivo con lo Chef si passare alla scenografia della torta: anche questa viene realizzata seguendo il “fil rouge del matrimonio” in modo che sia in completa armonia con l’allestimento e con il menu offerto dal catering.

Lo chef consiglia spesso l’utilizzo di una wedding cake scenografata in pasta di zucchero, sulla quale vengono realizzate delle monoporzioni di torta. In questo modo il dolce diventa una vera opera d’arte di grandi dimensioni, che non perde la sua identità anche quando viene sporzionata! Questo è un grande vantaggio per il matrimonio stesso: non vi è mai capitato di vedere una torta meravigliosa ad un matrimonio e poi di vederla quasi assassinata e irriconoscibile sul vostro piatto? Bene con la monoporzione non abbiamo questo problema e anzi possiamo osservare piu’ da vicino l’arte della pasticceria e assaporarla con gli occhi oltre che con il palato!

Sapevamo che il sig. Knam era per indole una persona precisa e attenta, ma come avete potuto constatare questo è davvero un grande vantaggio per tutti quegli sposi che vogliono che ogni dettaglio del proprio matrimonio si seguito con cura.

Vi chiederete come si fa a fare il taglio della torta se abbiamo utilizzato le monoporzioni, ma Ernst ha una soluzione per tutto! Quando fate il taglio della torta lo fate in uno specifico punto della torta in pasta di zucchero dove effettivamente potrete affondare il coltello, solitamente il punto viene valutato insieme agli sposi in modo che sia comodo anche a livello fotografico. Insomma non vi potevate aspettare il taglio della monoporzione dal re del cioccolato, lui le sa davvero tutte!

Ciò che mi ha davvero colpito nella nostra conversazione è stato che di base lo chef è veramente disponibile a realizzare anche i progetti piu’ originali e particolari. Questa per me è veramente una sorpresa! Sapere che un grande pasticcere come lui, accetta progetti anche al limite del possibile, mi rende felice e sapete perchè? Perchè una delle poche ragioni che spinge un professionista a sfidarsi sulle sue capacità è la passione e sapete quanta infinita stima abbia per tutti coloro che mettono passione nel proprio lavoro!

Mi sono chiesta se la pasticceria ha delle bomboniere o ha la possibilità di realizzarle e il Sig. Knam oltre a mostrarmi la confezione personalizzata, con data e nome degli sposi, delle praline, mi ha segnalato che da li a breve avrebbero realizzato dei pianoforti in cioccolato come bomboniera (e per completezza ho aspettato di ricevere l’immagine direttamente dal laboratorio della pasticceria, prima di postare l’articolo!)

La nostra chiaccherata si è conclusa con una visita al laboratorio e alla pasticceria e con una frase che mi è piaciuta veramente tantissimo “Sabrina noi realizziamo veramente qualsiasi cosa abbia in mente”, forse anche quello che ancora non ho in mente! Mi è bastato arrivare in pasticceria e vedere lo KNAMASUTRA per capire che puo’ veramente realizzare qualsiasi cosa con il cioccolato!

***

HI! I just got back from a marvelous wedding that ended up this morning, I’m full of good vibes and positive karma so I’m in the perfect mood to tell you about the interview that I had with one of the best European Chocolatier Ernst Knam.

I had the opportunity to meet him briefly during a speech he had at Wedding Breakfast Italiano, and I was so curious to go in deep with him about some tips and trick of his job.

I’m not a binge watcher but his name is very famous: Mr Knam is one of the most famous chocolatier followed by Italians. Since 2012 he is one of the face of Real Time, thanks to the tv reality “il re del cioccolato”.

We had the privilege to taste his creation at Pasticceria Knam and during one of my wedding last year he brough one of his fantastic wedding cake.

But let’s get to the point: the meeting we had with him some days ago: mr Knam welcomed us in his office in order to further discuss how a matre chocolatier and a patisserie deal with wedding business.

First of all I have to state that, even if at the first glance he seems a bit cold, serious and detached Mr Knam is a very friendly man very kind, educated and very open to discuss any topic.

Lucky for me he didn’t’ eat nor me nor Enrico that was coming with me, perhaps mr Knam had already a lunch!

Jokes a part we had the opportunity to speak with him easily and he explained me how much care and attention he used to put in each single wedding.

No matter his great experience, he always face each single couple with humbleness and open mind, studying with them different solutions in order to match the taste of the couple.

In a second moment he step ahead with some sampling of the cakes that are produced ad hoc for the couple.

Following the matching of the cake he move ahead in order to discuss the coreographic elements of the cake:even in this case the decorations are defined following the “wedding fil rouge” in order to match the design and the proposition of the catering.

Usually the chef suggests to use a decorated cake made with sugar paste where the mono portion are posed. In this way the wedding cake becomes a real master piece but it will not loose its identity once is cut and portioned for each single guest.

This is a great advantage for the wedding itself: did ever happened to you to see a fantastic wedding cake that, once portioned, it was completely destroyed?

Well with mono portion we don’t have this issue.

We were aware that mr Knam was a very sharp man, but as you had the opportunity to understand his passion for detaisl it will help each couple to have a wedding where every singledetail is followed with love and attention.

You will ask to yourself how you can perform the cut of the cake if Ernest used the mono portions. Well Ernest has a solution for everything. When you are going to cut the cake, you will cut it in a very specific area where the sugar paste is structured to hold the cut.

Usually this area is defined togheter with the couple in order to also offer the best perspective ti the photo shooting.

You would never expect such level of detaisl from the master of chocolate, but he actually knows all the tricks. !

What actually hit me deeply in our conversation was that the chef is always open to realize even the most complex and creative projects.

To me this is a great surprise! Been aware that a patisserie like him is eager to face the most challenging cake project makeme happy. Do you know why? Because one of the few reason that pushes a professional to challenges his abilities and skills is the passion for his job, like im used to do as well.

I asked if the patisserie has some wedding bags or if it was possible to create them and mr knam shoed me some of the personalized box, with the date and the name of the couple. He also told me that he was going to realize, for a wedding , a special chocolate piano shaped as wedding box ( I waited to publish thi s article till this master piece was created and shooted for me)

Our chat ended with a visit to his laboratory and to the patisserie. He concluded our interview with an affirmation that really touchedme “ Sabrina we can realize anything that passes trough your mind” perhaps even what I not yet have in mind.

Once I arrive din the patisserie I saw the KNAMASUTRA and I definitely understood tha he can realize literally everything.

bomboniere cioccolato knam

intervista a ernst knam

intervista a ernst knam

intervista a ernst knam

intervista a ernst knam

MFW 2014: Etro la sfilata assolutamente da non perdere!

Milano fashion week

Oggi ritorno a scrivere sul Blog dopo tanto tempo, mi mancava scrivervi, ma questi ultimi mesi sono stati davvero impegnativi e ricchi di grandissime soddisfazioni, a poco a poco vi racconterò tutte le cose fantastiche che mi sono successe!

Adesso però non sto piu’ nella pelle, voglio raccontarvi di oggi della meravigliosa sfilata di Etro, ebbene si, lo sapete, ho un debole per questo marchio, lo trovo cosi creativo, colorato, felice! Sapete quanto poi amo la loro collezione maschile, ma..bisognerà aspettare gennaio!

Blogger Milano Fashion week

Alle 13.30 lo staff di ” TiamoTisposo” era pronto per l’evento, ci siamo incontrati tutti in via Piranesi davanti al Palazzo del Ghiaccio, splendida sede della sfilata del brand. Questa volta, oltre a me e a Luana, c’era un nuovo membro dello staff Andrea P. un giovane fotografo milanese, lo ringraziamo sin d’ora per gli scatti che ha fatto per noi all’evento e per la sua infinita disponibilità.

milano fashion show etro

Come ormai saprete tutti, il vero show inizia fuori dalle location delle sfilate: giornalisti, cameraman, blogger, fotografi, vip e amanti della moda di tutto il mondo si incontrano a milano per lavoro e per passione. Gli scopi sono molteplici, ma il comune denominatore qui alla sfilata di Etro è indossare almeno un capo colorato, farsi notare e…farsi fotografare!!!

Glam milano fashion week

Blogger Milano Fashion week1

blogger etro milano fashion week

Devo dire che quest’anno i posti che abbiamo avuto erano davvero strategici, abbiamo visto benissimo tutti i capi che hanno sfilato, e ne valeva davvero la pena!…Quasi dimenticavo, siamo riusciti di nuovo ad accedere al back stage e vi mostro qualche scatto!!

Make up etro fashion show

Back stage make up ETRO fashion show

back stage etro fashion show

La donna ETRO per la prossima stagione vestirà i colori del mediteranneo: sfumature dal verde all’azzurro, l’oro metallizzato delle nostre spiaggie brillava sotto i riflettori proprio come la sabbia sotto il sole estivo.

Etro Catwalk milano fashion week

Hanno sfilato forme morbide, trasparenze, ampie gonne pantalone, abiti al ginocchio con scollature vertiginose e abiti lunghi. Le cinture diventano accessori fondamentali per affinare il punto vita, fiori, quadri e cerchi, frange, perline e il motivo paisley (marchio di fabbrica della maison) vengono riprese in versione soft e chic.

Etro fashion show

cartella stampa etro

Etro fashion show 2 milano

Etro Fashion Show Milano 3

Etro make up fashion show

Senza che ce ne accorgiamo, in un batter d’occhio la sfilata finisce e il popolo della moda migra verso una nuova destinazione, ma certo è che questa collezione e questo nuovo concetto di eleganza rilassata ci rimarrà nel cuore fino alla prossima Fashion Week!

Grazie ETRO per le splendide emozioni e grazie ad Andrea e a Luana per averle condivise con me!

Etro staff tiamotisposo

A presto!