Una favola dal sapore indiano: i segreti dell’hennè

matia1

Buongiorno a tutti e benvenuti in questa nuova rubrica dedicata alla bellezza!

Questo è il primo articolo di una serie che scriverò, tutto dedicato alla Bellezza: sarà tutto all’insegna della naturalezza e del cruelty free. Cercherò di svelarvi qualche segreto per essere piu’ belle naturalmente.

Oggi vi racconterò una favola vera, una di quelle che sembra esistano solo nei film al cinema, ma questa volta la protagonista, è una cara amica: Kajal Rajwani. Chi di voi non ha sognato una cornice esotica per il giorno delle proprie nozze? Ci ho pensato persino io!!

Indian Wedding
Indian Wedding

Kajal era partita dall’Italia dopo la separazione dal suo primo marito, diretta in India per studiare in un’accademia Ayurvedica nei pressi di Jaipur. Non avrebbe mai immaginato di innamorarsi di nuovo in così breve tempo ne, che sarebbe diventata una Maharani (una principessa) !!! Fu proprio in India, tra profumi delle spezie e colori sgargianti che incontrò Mister Rajwani un mercante di stoffe e gioielli indiani. Passò le giornate tra la scuola Ayurvedica e la compagnia di Mister Rajwani e circa un anno fa decisero di sposarsi in India in segreto. Mio malgrado non ho potuto presenziare alle nozze segrete, ma in effetti se ci fossi stato, forse non sarebbe stato piu’ in segreto! Per cui abbiamo deciso che insieme alle amiche piu’ care avremmo creato tutta la preparazione estetica alle nozze qui in Italia.

indian wedding in italy

Le donne indiane come ben sapete  curano moltissimo i loro capelli, li nutrono con oli essenziali e utilizzano moltissimo l’hennè o Henna, come la chiamano loro. Per organizzare un matrimonio in stile Bollywoodiano non può certo mancare una tatuatrice Mehendi (di hennè)! L’Hennè, sotto forma di polvere di foglie essiccate dell’omonima pianta viene utilizzato per tatuaggi temporanei: è un prodotto atossico che viene miscelato con succo di limone, zucchero e olio essenziale di lavada, ma è consigliato fare sempre attenzione alla qualità di hennè che si utilizza in quanto molti hennè contengono Picramato una sostanza allergizzante nociva per il corpo e per l’ambiente. Inoltre molti hennè contengono sali metallici che reagiscono su capelli tinti con tinture chimiche tradizionali, per cui utilizziamo sempre henné di qualità pregiata!

Ma come utilizzare l’Hennè come rimedio per i nostri capelli? Ecco come!

indian hand henna tatoo

Erroneamente molti pensano che l’Hennè sia solo colorato, ma non è cosi, utilizzandolo non diventerete rosse, basterà utilizzare hennè neutro. Il colore rosso vienie dato dall’ hennè tradizionale ricavato dalla Sassonia inermis. Potrete acquistare in un qualsiasi centro erboristico dell’hennè neutro ricavato dalla cassia italica che è in colore.

In genere consiglio 200gr su una lunghezza fino ale spalle, vi servirà poi 100gr di bardana, olio essenziale di arancio (per rinvigorire) o di lavanda per cute delicata, mi raccomando olio essenziale non essenza. Consiglierei poi per chi e molto bionda di comprare 30g di camomilla da tritare finemente, darà un tono dorato alla tua chioma e eviterà il verdino sulle parti quasi platino.  Ora siete pronte per creare la vostra pozione magica: Fate bollire un litro d’acqua, spegnere e mettete la bardana in infusione per 5 minuti coprendo la pentola, prendete poi un contenitore che non sia di metallo, versateci l’hennè neutro e nel caso la camomilla. Dopo l’infusione versateci la bardana avendo cura di filtrarla, la consistenza da raggiungere dovrà essere morbida quasi cremosa una via di mezzo tra il purè e una crema pasticcera. Conservate l’infuso avanzato per la fine. Fate intiepidire coprendo la ciotola con un canovaccio, mettete poi 7gocce dell’olio essenziale da voi scelto. Mi raccomando usate dei guanti potreste comunque macchiravi le unghie. distribuite radice e lunghezza su tutta la chioma e rilassatevi per un’oretta. Al termine risciacquate abbondantemente con acqua calda, shampoo e crema a base vegetale. L’ultimo risciacquo è da fare con ciò che è rimasto dell’infuso.

indian henna tatoo

Oggi vi ho fatto conoscere meglio l’Hennè, ma ho ancora molti altri segreti da raccontarvi: alle più audaci, potrò rivelare l’utilizzo delle varie tipologie di hennè per tingere i capelli, che miscelati con spezie, potranno accentuare le vostre sfumature in maniera naturale: cannella, curcuma, mirtillo, ibiscus…..
Ora devo lasciarvi è  il momento di curare il mio praticello aromatico.
Al prossimo incontro mie Maharani e ricordate: non è  la bellezza che vi farà bene ma, è  il benessere che vi renderà belle!

Matia Maggioni

Annunci

III Appuntamento Artisti Mangiati con gli occhi Swati Chaudhuri: City Lines

Questo slideshow richiede JavaScript.

Siamo giunti al Terzo appuntamento della mostra “Artisti Mangiati con gli occhi” a cura di Sabrina Gambato e organizzata da TiamoTisposo Events con la collaborazione di Seven Group.

A partire dal 28 giugno in mostra potrete ammirare le opere di Swati Chaudhuri in “CITY LINES” che esporrà in una solo exhibition fino al 12 luglio 2010.

Si definisce una “World Traveller”, nata in India da una famiglia multiculturale fin’ora ha vissuto in 4 nazioni di tre continenti differenti, poliglotta, nomade, ha amato ed esplorato la fotografia sin dalla giovane età e ne ha assaporato ogni evoluzione, dall’amore primitivo per la camera oscura alla recente infatuazione per il digitale.

Il progetto CITY LINES è un progetto in bianco & nero, realizzato approfondendo l’analisi del contrasto tra  le linee che si estendono all’interno della città(strade, pavimentazioni, vicoli…) e le rughe d’espressione che solcano i volti delle persone che la popolano.

Vi aspettiamo all’inaugurazione della mostra a partire dalle ore 19.00 del 28 giugno 2010.

Artisti Mangiati con gli occhi a cura di Sabrina Gambato

sponsored by TiamoTisposo & Seven Group

Ingresso Gratuito  dalle 18.30 alle 23.30 dal lunedi al sabato

presso il ristorante Seven di Viale Montenero, 29  Milano

info: sabrina@tiamotisposo.com    http://www.tiamotisposo.wordpress.com


ARTISTI MANGIATI CON GLI OCCHI: Nicola D’Antrassi “I take a picture everywhere”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua presso il ristorante SEVEN- Montenero di Milano, il progetto “SEVEN GALLERY” con la mostra “ARTISTI MANGIATI CON GLI OCCHI” a cura di Sabrina Gambato.

Il nuovo artista che sarà dato “in pasto” al pubblico sarà Nicola D’antrassi con le sue realizzazioni ” I TAKE A PICTURE EVERYWHERE”.

Designer (www.progetto25zero1.com), Grafico (www.analemma.it), Scrittore (“Tilde” edito da Lampi di Stampa), ora anche Fotografo e questa volta unicamente per Noi!
In mostra dal 26 maggio al 9 giugno 2010.

Il ristorante SEVEN sarà lieto per l’occasione di offrire un rinfresco: non mancheranno, la buona cucina di sempre, vini di ottima qualità, una calda accoglienza e una location che si rinnoverà nuovamente.

Sul sito del ristorante sarà possibile visualizzare il calendario aggiornato degli eventi e le informazioni relative ai fotografi e ai pittori in esposizione.

Per informazioni potete contattare la direzione attraverso il sito http://www.sevengroup.it o rivolgersi alla segreteria organizzativa scrivendo una mail a sabrina@tiamotisposo.com

—————————————————————–

Restaurant SEVEN, Via Montenero Milano, is pleased to announce that the project “SEVEN GALLERY” is continuing with a new event “ARTISTS devoured by eyes”, managed by PR consultant Sabrina Gambato.

The new artist who will be “devoured” by the eyes of visitors will be Nicola D’Antrassi with his masterpieces “I TAKE A PICTURE EVERYWHERE”.

Designer (www.progetto25zero1.com), ART (www.analemma.it), COPY (“Tilde” published by Lampi di Stampa), now even a photographer for our eyes only!
The event will take place from 26 May till 9 June 2010.

Restaurant SEVEN Montenero will be pleased to offer a glass of wine and some appetizers to all guests. As usual you’ll find fresh products prepared with traditional cooking methods, excellent wines, a friendly atmosphere, and a location that will always be new, thanks to our ART Exhibition.

On the Seven Group web site and on TiamoTisposo Blog you will find the schedule of the entire exhibition.

For further information do not hesitate to contact our infopoint http://www.sevengroup.it or to send an e-mail to sabrina@tiamotisposo.com

INAUGURA SEVEN GALLERY: Artisti Mangiati con gli Occhi

ingresso


Ha inaugurato ieri sera la “SEVEN GALLERY” di Viale Montenero 29 presso il ristorante SEVEN , il progetto di SEVEN GROUP curato da Sabrina Gambato, dedicato a talenti emergenti:

“ARTISTI MANGIATI CON GLI OCCHI” sette artisti emergenti in “pasto” al pubblico.

Il primo dei sette appuntamenti per la promozione di giovani pittori e fotografi. Nonostante la pioggia incessante sono stati molti i coraggiosi che hanno partecipato alla manifestazione.

In mostra Anna Ferrara con la sua “BIOGRAPHY” Retrospettiva sulla femminilità. L’analisi della donna attraverso il linguaggio del corpo e dello spazio. L’intimo e il pubblico che si intrecciano continuamente. Il Fascino di “abitare” situazioni e luoghi familiari, trascinando suggestioni visive ed esperienze personali e catturandone le reazioni.

saletta_sx

Anna Ferrara Mostra

La mostra proseguirà sino al prossimo 26 maggio quando verrà presentato Nicola D’Antrassi con “I TAKE A PICTURE EVERYWHERE”.


SEVEN GALLERY che cos’è?

E’ uno spazio dove la cultura del cibo incontra l’Arte. SEVEN GROUP da sempre sprona  l’attività imprenditoriale giovanile, lo dimostra il fatto che gran parte dei ristoranti è gestita da ragazzi che nel tempo e con coraggio hanno saputo dimostrare il loro valore.

Ispirati dalla Milano del “Fuorisalone”, incubatore di talenti spesso nascosti e che non trovano, se non in questa occasione, modo e spazio per esprimersi, abbiamo creato un luogo dove giovani artisti possono esporre e promuovere la propria attività.