“From Haifa with love” intervista a Rinat Asher di FLORA BRIDAL

Rinat Asher_ Flora

Oggi voglio raccontarvi la storia di una giovane designer di successo che arriva da Israele, parlo di Rinat Asher, direttrice creativa e fondatrice FLORA BRIDAL.

Ho conosciuto Rinat allo showroom di Antonella del Brusco a Milano in occasione del Trunk Show della stilista. I suoi abiti sono famosi in tutto il mondo per rappresentare lo stile del momento, ricco di carattere e mistero:  romantico, ma grintoso; elegante ma moderno, sensuale ma allo stesso tempo dolce. Alcuni parlano di new glam, altri parlano di Modern Boho, il risultato in ogni caso sono abiti che colpiscono per la loro bellezza, la cura del dettaglio, la qualità e le preziose rifiniture.

La collezione presentata in Italia si chiama Intrigue e vuole interpretare il fascino della donna moderna.

Rinat ha un modo di fare molto “francese” è molto semplice ma allo stesso tempo sofisticata e nonostante non fosse pronta ad essere intervistata da noi, ci dedica il suo prezioso tempo.

Che tipo di formazione scolastica hai Rinat?

Ho studiato moda, è sempre stata la mia passione, ma ad un certo punto, l’ho abbandonata per studiare psicologia. La moda mentre lavoravo nel settore della salute mentale era solo un hobby molto piacevole, ma poi come vedi ha preso il sopravvento ed è diventata il mio lavoro. Sono sempre stata creativa, fin dall’infanzia e ho disegnato il mio studio, la mia casa, il design è davvero parte del mio DNA.

Raccontaci di Flora Bridal, dove nasce il tuo stile, le tue collezioni,  come è cambiato il tuo stile negli anni, hai già all’attivo ben 7 collezioni.

Il marchio ha un identità molto forte, quando guardate un mio abito, capite subito la mia firma: amo i dettagli (le trasparenze, il tulle impalpabile e gli ammiccanti ramage), tutte le lavorazioni sono fatte a mano, faccio un attenta selezione dei pizzi e nonostante sia in grado di vestire sia la donna piu’ sexy che la donna piu’ romantica, è sicuramente semplice riconoscere il mio stile. Ho creato la mia identità con il tempo, a poco a poco il brand si trasforma con me.

Quali sono le tue principali fonti d’ispirazione?

La mia piu’ grande fonte d’ispirazione sono le mie spose, viaggio molto per lavoro e mi trovo spesso a seguire personalmente alcune spose. Sono tutte molto diverse, ognuna rappresenta un piccolo universo e proprio parlando con loro, delle loro esigenze nascono le idee migliori.

La mia seconda fonte d’ispirazione sono i pizzi, li scelgo accuratamente, li taglio e li modello sul manichino per creare i miei abiti. Tutto nasce quasi in maniera naturale dai tessuti.

Dove acquisti i tuoi tessuti?

Uso tessuti provenienti da tutto il mondo, puntiamo su materie prime di altissima qualità e quando non riesco a trovare il pizzo che sto cercando, lo disegno e lo faccio produrre esclusivamente per me. Per questo molti dei miei abiti sono dei veri pezzi unici.

Che tipo di donna vesti solitamente?

Inizialmente vestivo soprattutto spose giovani, adesso vesto davvero tutti i tipi di donna, ho modelli adatti davvero a tutti i fisici e a tutte le età. La caratteristica che le unisce tutte è la moda, le mie spose amano la moda e vogliono un abito al passo con i tempi. Il mio studio è ad Haifa in Israele, dove vivo e, la piu’ grande soddisfazione che ho avuto è stata quella di avere clienti che venivano da Tel Aviv per provare i miei abiti. Tel Aviv è una città molto alla moda, una grande città che ha davvero tanta offerta in termini di abiti e moda. Riuscire a far venire le mie clienti ad Haifa che è sicuramente piu’ piccola e meno alla moda per i miei abiti è una bella soddisfazione personale.

Quando creo le mie collezioni penso a quattro tipi diversi di donna, cosi da poter soddisfare le esigenze di ognuna di loro. Cerchiamo di creare un alone di mistero attorno alla sposa, i nostri abiti sono intriganti, arrivano ad essere sexy, ma mai in maniera troppo dirompente. E’ un equilibrio difficile da mantenere, ma ci contraddistingue.

Vesti solo spose longilinee che seguono i canoni fisici che la moda detta?

Vesto tutte le taglie, se una sposa sceglie un mio abito chiedo di farle una foto, facciamo solo abiti su misura, in modo da riuscire a valorizzare anche corpi che sono armoniosi in taglie piu’ grandi. La sposa quando veste un mio abito rappresenta il marchio e vogliamo che lo faccia nel migliore dei modi e sia felice del risultato.

Questa chiacchierata con Rinat Asher è stata davvero interessante, ho dato un volto ad un brand che seguo ormai da due anni sui social e sui cataloghi e che mi ha letteralmente ipnotizzato perchè assolutamente in linea con il mio essere.

Sono abiti preziosi, realizzati a mano con materiali di alta qualità. Trovate i rivenditori di tutto il mondo sul loro sito. I costi a partire da 4.700,00 Euro circa per la nuova collezione.

***

Today I would like to share with you this interview to the young and successful designer Rinat Asher: she come from Israel and she is the creative director, designer and founder of Flora Bridal.

I met Rinat at the Antonella del Brusco showroom in Milan for the designer’s Trunk Show. Her clothes are famous all over the world to represent the “Trend” of the moment, full of character and mystery: romantic but gritty, elegant but modern, sensual but at the same time sweet. Some people call it “new glam”, other “modern Boho”, the result are dresses that imoress for their beauty, attention to details, quality and precious finishes. The collection presented in Italy is called Intrigue and wants to interpret the charm of the modern woman.

Rinat has a very “French” behavior, she is very simple but at the same time sophisticated and although it was not ready to be interviewed by us, she dedicated its precious time.

What kind studies did you did Rinat?

I studied fashion, it has been always my passion, but at a certain point, I abandoned it to study psychology. Fashion while I was working in the field of mental health was just a very pleasant hobby but now is the job I love. I’ve always been creative, since childhood: I’ve designed my studio, my home, design is really part of my DNA.

Please tell us about Bridal Flora, where your style is born, your collections, how your style has changed over the years, you have already present 7 collections.

The brand has a very strong identity, and you can see that is a Flora from many details: for the impalpable tulle and the winking “ramage”, all our work is done by hand, I make a careful selection of laces, and despite being able to dress both sexy woman and romantic, it is certainly easy to recognize my style. I have created my identity with time, day by day.

What are your main sources of inspiration?

My biggest source of inspiration are my spouses, I travel a lot for work and I meet many brides. They are all very different, each one represents a small universe, our collections are inspired from them, from their needs. My second source of inspiration is lace, I choose them one by one, I cut  and model them on the mannequin to create my clothes. Everything is born almost naturally from the fabrics.

Where do you buy fabrics and laces?

I use fabrics from all over the world, we focus on raw materials of the highest quality and when I cannot find the lace I’m looking for, I design it and make it produce exclusively for company. This is why many of my dresses are real unique pieces.

What kind of woman do you usually dress?

Initially I was dressing mostly young brides, now I really dress all kinds of women. I have models really suitable for all physicists and all ages. The characteristic that unites them all is fashion, my brides love fashion and want a fashionable dress.

My studio is in Haifa in Israel, where I live. The greatest satisfaction I had was having brides coming from Tel Aviv to try out my wedding gowns. Tel Aviv is a very fashionable city, a big city that has much to offer in terms of clothes and fashion than Haifa. Being able to bring my customers to my studio from Tel Aviv, is a great personal satisfaction.

When I create my collections, I think of four different types of women, so that I can meet the needs of each of them. I try to create an aura of mystery around the bride, our clothes are intriguing, they come to be sexy, but never too disruptive. It is a balance that is difficult to maintain, but it our signature.

Do you dress only brides that follow the physical canons that fashion dictates?

I dress all sizes, if a bride chooses one of my dresses I ask the shop to take a picture of her. We only make custom-made clothes, and of course we have to be able to dress also “larger sizes” brides. A bride that wears my wedding gown represents the brand and we want her to be happy and feel the prettiest bride on earth.

Interviewing Rinat Asher was really interesting, I gave a “face” to a brand that I’ve been following for two years on social media and catalogs and that has literally hypnotized me because absolutely in line with my tastes.

Particularities: precious laces, handmade with high quality materials. You can find the closest dealer in your country just looking at their store locator on their website.

Budget: from around € 4,700.00 for the new collection.

Flora Bridal Intrigue_2Flora Bridal Intrigue_3Flora Bridal Intrigue_4Flora Bridal Intrigue_5Flora Bridal Intrigue_6Flora Bridal Intrigue_7Flora Bridal Intrigue_8Flora Bridal Intrigue_9Flora Bridal Intrigue_10

Flora Bridal Intrigue_1

 

 

Annunci

Wedding Breakfast: Stresa

Il tempo è volato in fretta, sembra ieri il 24 maggio quando si è tenuto il quinto Wedding Club, l’appuntamento che quest’anno sta girando l’Italia, con lo scopo di riunire i migliori esperti del settore del wedding per discutere di tematiche specifiche. Avevo partecipato con grande entusiasmo al primo a Milano, ma questo è stata in  assoluto l’edizione piu’ interessante e scenografica. Sarà che man mano che gli appuntamenti si moltiplicano e cresce il seguito dell’evento, l’organizzazione migliora, ma mi sento veramente di poter fare i complimenti a tutti per la realizzazione di questo Wedding Breakfast a Stresa.

Quest’edizione organizzata da Simona Spinola di Zankyou, dalla wedding e event planner Elena Renzi  e da Ivan Quaglia, Sales & Marketing Manager della pittoresca Villa e Palazzo Aminta ,un resort di lusso circondato da lussureggianti giardini, affacciato sul golfo delle Isole Borromee.

I temi di questa edizione sono stati veramente interessanti: il Made in Italy e il Wedding Tourism, argomenti attuali e di grande coinvolgimento per tutti i professionisti.

Grazie all’ufficio del Turismo del Distretto Laghi abbiamo avuto dei dati molto interessanti: il 76% dei turisti che ogni anno visitano il Lago sono stranieri e il numero dei matrimoni dell’area è aumentato, un potenziale enorme per il Wedding Tourism. Chi visita queste aree se ne innamora e desidera poi organizzare qui il proprio matrimonio.

Una delle novità di questo Wedding Breakfast è stata anche la partecipazione di Luca Busetto della redazione di Chi, dalla quale è nato “Chi Matrimoni“, edito da Mondadori, un iniziativa tutta Made in Italy per dare agli sposi un vero “Chi” dedicato alle loro nozze, con tanto di fotografo delle star e giornalista dedicato per la giornata. Un progetto molto interessante del quale vi parlerò piu’ approfonditamente in un articolo dedicato.

Il momento che amo di più è quello della tavola rotonda, che purtroppo anche quello piu’ breve. Sono stati molti gli interventi, tra cui anche il mio per sottolineare l’importanza per noi professionisti della buona conoscenza della lingua inglese. Se parliamo di clienti stranieri bisogna essere preparati: sulle tradizioni del paese di appartenenza dei clienti e sulla lingua. Sono intervenute la fantastica Natalia Kulikova esperta di bridal di nazionalità russa, parlando dell’importanza delle collaborazioni tra esperti, Diana da Ros che ha portato la sua esperienza di collaborazione con professionisti esteri a Bali, Bianca Trusiani che ha sottolineato l’importanza di offrire alle coppie sempre il meglio della nostra terra, Elena Renzi che ci ha portato la  sua esperienza legata alla valorizzazione dei rituali e giochi all’interno delle nozze di una sua coppia di sposi. Monia Re ha sollevato il problema della mancanza di fornitori all’altezza delle richieste degli stranieri in alcune zone dello stivale, parliamo soprattutto di arredi e forniture meno comuni, che devono essere noleggiate nelle grandi città a costi magari molto alti. Elisa Mocci ha poi parlato della sua esperienza in sardegna con le coppie di stranieri e delle problematiche logistiche e dei limiti oggettivi che ha riscontrato per poter offrire un servizio eccellente alla sua clientela e valorizzare sempre di piu’ il Made in Italy. Significativa l’esperienza di Elisabetta Bilei che sostiene che il Veneto non sia solo ed esclusivamente Venezia, a maggior ragione considerandone oggettivamente i limiti, dai costi ai collegamenti. Lo scambio tra i wedding planner presenti in sala tocca poi un punto delicato con Monica Ferraris e Silvia Maffeis: molti i contratti approssimativi, dovuti a un buco legislativo da colmare.

Si è poi parlato di professionisti improvvisati e di corsi di dubbia serietà che ormai invadono il mercato italiano, facendo crescere giovani principianti che si presentano come professionisti alle coppie italiane ed estere e rovinando il buon nome della professione.

Mi scuso anticipatamente se non ho dato a ciascun collega il giusto spazio, segnalando anche il nome della società, ma sono tutti noti professionisti del settore e troverete tutti i riferimenti a piè di pagina. Mi interessa piu’ di tutto parlare della sostanza di questo meeting e dei numerosi argomenti sollevati, che mi piacerebbe un giorno fossero affrontati con piu’ tempo a disposizione.

Non potete immaginare che onore sia dopo anni di duro lavoro poter essere invitata a queste giornate di confronto, dove sento che sempre piu’ spesso si parla di collaborazione, sinergia e aiuto reciproco, parole che, per me erano all’ordine del giorno provenendo da un imprinting americano o comunque piu’ anglosassone, e che per tanti hanno pensavo non esistessero nella realtà italiana. Per cui grazie a tutti, agli organizzatori e a tutti coloro che sono intervenuti e che hanno rinunciato ad una mezza giornata di lavoro per poter essere presenti. Voglio pensare che lo abbiano fatto perchè come categoria professionale possiamo crescere tutti, perchè siamo tutti diversi e con grande potenzialità e la “collaborazione” è l’arma vincente per poter lavorare e vivere meglio.

***

Time flow so fast, it seems yesterday that I have attended the fifth Wedding Club in Stresa the 24th May, this event is very important because of his aim to bring together the best experts in the wedding industry, to discuss specific issues. I had been very enthusiastic about the first Milanese edition, but this in Stresa was more interesting and well organized! This edition has been organized as always by Simona Spinola of Zankyou, this time with the help of the wedding and event planner Elena Renzi and by Ivan Quaglia, Sales & Marketing Manager of the picturesque Villa and Palazzo Aminta, the luxury resort surrunded by lush gardens overlooking the Gulf of the Borromean Islands.

The themes of this edition were really interesting: Made in Italy and Wedding Tourism and they create great engagement for all professionals.

Thanks to the Lake District Tourism Office, we had very interesting data: 76% of the tourists visiting the Lake every year are foreigners and the number of  destination weddings requests in the area was very hight and is increasing, a huge potential for the Wedding Tourism in Italy. Those who visit these areas fall in love with the region and want to organize their wedding here.

One of the guest of the Wedding Club was Luca Busetto from the marketing and editorial office of “Chi Matrimoni” a new spin-off of an italian well know magazine Chi, published by Mondadori, a made in Italy initiative to give bride and groom a real magazine dedicated to their wedding, with the photojournalist of the Stars (Massimo Sestini  photography Agency) and a dedicated journalist for the day. A very interesting project for the italian market (that is why I will write an article explaining you every single detail about the project).

The moment that I love the most in these meetings is the moment of the discussions, which unfortunately is also the shortest one. There have been many interventions, including my own to emphasize the importance for all professionals who works with foreigners of  a good knowledge  of the English language. If we have foreign customers, we must be prepared: on the habits and traditions of the country of our customers. The fantastic Natalia Kulikova, a russian bridal expert, spoke of the importance of collaborations between experts, Diana da Ros, who brought her experience of working with foreign professionals in Bali, Bianca Trusiani, who spoke about the importance of offering the best solutions and the best from our home land. Elena Renzi, who brought us her experience of enhancing rituals and traditional games during foreigners weddings. Monia Re raised the issue of the lack of the suppliers at the request of foreigners in some italian areas, referring to furniture and less common supplies that must be hired in towns like Rome or Milan at very high costs. Elisa Mocci, then talked about her experience in Sardinia with the pairs of  foreigners and the logistical problems and the objective limits she has found in order to offer excellent services to her clientele and to make more use of the Made in Italy. Significant is the experience of Elisabetta Bilei who notes that the region “Veneto” is huge and very nice, and it is not all about Venice, who has its limits, costs and connections.

The exchange between the wedding planners touches a delicate point with Monica Ferraris and Silvia Maffeis: many approximate contracts, due to a legislative hole to be filled! We also taked about improvised professionals and dubious serious courses that now invade the italian market by raising young beguinners who pretend to be professionals to the italian and foreign couples and ruin the good name of the profession.

It was an honor after years of hard work to be invited at the Wedding Club for this moment of confrontation, where I felt that there is always more the need of cooperation, synergy and mutual help. Thanks to everyone: to the organizers and to all those who have intervened and who have given up half day of work to join this event. I Think we have the potential as professional category to grow up and “collaboration” is the winning weapon to work and live better.

152 - _1GB1992141 - _2GB1050080 - _1GB1917202 - _2GB1421196 - _2GB1361215 - _2GB1499222 - _2GB1543236 - _2GB1608176 - _2GB1255171 - _2GB1225032 - _2GB0428237 - _1GB2095270 - _2GB1833340 - _2GB2549275 - _1GB2104105 - _2GB0820306 - _1GB2147184 - _1GB2075010 - _2GB0355079 - _1GB1912005 - _2GB0331

055 - _2GB0608

Ecco qui la lista dei professionisti del settore wedding presenti:

Elisa Mocci, Natalia Kulikova, Angelo Garini, Monia Re, Ornella d’Angelo, Elisabetta Maffei, Diana da Ros, Armando de Nigris, Love in Portofino, Ilde Garritano, Nataly Olmetti, Valerio Schonfeld e Bianca Trusiani, Monica Ferraris, Silvia Maffeis  Floriana ed Elisa de Il Ghirigoro Bottega, Anna Rosso, Maria Laura Piva, Ilaria Badalotti, Lucia Boriosi, Irene Nicolosi,   Emanuela di White Tulipa.

Barbara e Andrea di Click e Chic, Azzurra di Lorenzo, Elisabetta Polignano, Domo Adami, Melania Fumiko, Riccardo Barattia – Antési Milano, Luca Busetto – Chi MatrimoniGiuliano Galli, General Manager del FAI per la provincia di Como, Laura Caccia e Susanna Blazenck, Enrica Manelli – Brides.com, Silvia Selmo – Villa Crespi, Enrico Odetti – Castello Malaspina Varzi, Isabella de Rorre – Direttore Responsabile the WProject , Francesca Favotto per Vanity Fair, Elena Schillaci

Alla bellezza di questo evento hanno collaborato:

Addio al Nubilato: Monticello SPA

Sono giorni che sto cercando la location migliore per l’addio al nubilato della mia cara amica Marta. Anche lei come me lavora nel settore dei matrimoni, per cui nel tempo ne ha viste davvero di tutti i colori! Se dovessi definire Marta in poche parole, sicuramente tra gli aggettivi ci sarebbe “esigente”: una caratteristica che in realtà mi piace molto di lei, perchè non è una persona che si fa andare bene le cose, cerca sempre il meglio, ma senza esagerare, non fraintendetemi, se qualche minuto in piú di ricerca significa ottenere un risultato migliore, perchè no?!

Per cui per una persona di questo tipo mi sono orientata su location accogliente ed elegante, senza essere eccessiva, che consenta a tutte le amiche di essere a loro agio, di chiaccherare, di rilassarsi senza continuare a spedire messaggi o guardare i social e…la soluzione ottimale l’ho trovata nella “SPA”.

Marta lavora anche il w-end ha poco tempo per sè stessa ed ha bisogno di un vero trattamento di bellezza, parliamo di vere e proprie coccole per la sposa! Cercando su internet ho visto diverse possibilità, ma ovviamente un posto non vale l’altro, bisogna scegliere bene!

Cosi ho trovato la Monticello SPA&FIT, un’autentica oasi di relax a Monticello Brianza (LC) immersa nel verde della Brianza a due passi da Milano, con aree sia al chiuso che in esterna, cosi anche se negli ultimi giorni da un momento all’altro minaccia pioggia, noi siamo salve!

Ci sono ampie vasche panoramiche con idromassaggi, cascate cervicali, river, nuoto controcorrente e lettini massaggianti, una grande vasca salina con gaiser, un ampio solarium esterno con sdraio e lettini, un’ampia zona calore&tepore con saune, hammam, bagni di vapore, stanze relax ed emozionali, un salutare buffet, un’ampia area fitness e dulcis in fundo uno sfizioso ristorante, il cibo in questi casi ha un ruolo aggregativo importante e tra noi amiche non puo’ mancare!

Sapete che sono un appassionata di creme e di massaggi e qui la scelta è davvero infinita, potete scegliere tra 30 massaggi e prodotti di bellezza di altissima qualità, insomma se per qualche ora il mio cellulare non prenderà saprete che, mi sono sacrificata personalmente per testare, l’addio al nubilato perfetto per la mia amica, e poi chissá magari anche per le mie clienti, il successo si un anno di lavoro con una sposa potrebbe essere festeggiato anche cosi!

Giusto per darvi un idea ho copiato l’offerta dedicata agli addii al nubilato che trovato sul loro sito, cosi avete anche un idea dei servizi:

BRIDE BRONZE

  • La proposta Bronze include:
  • Ingresso full day feriale o 3 ore festivo con accesso a tutte le aree del centro, compresa l’area fitness;
  • Cerimonia di benessere a scelta tra quelle previste per la giornata;
  • Aperitivo presso il Mon-Bistrot con una consumazione alcolica o analcolica e una selezione di finger food.

BRIDE SILVER

  • La proposta Silver prevede:
  • Ingresso full day feriale o 3 ore festivo con accesso a tutte le aree del centro, compresa l’area Fitness;
  • Cerimonia di benessere riservata per la sposa e le amiche a scelta tra un rituale modellante e una sessione di campane tibetane;
  • Aperitivo Royale con una consumazione alcolica o analcolica, una selezione di finger food ed un primo a scelta.

BRIDE GOLD

  • La proposta Gold include:
  • Ingresso full day feriale o 3 ore festivo con accesso a tutte le aree del centro, compresa l’area Fitness;
  • Kit GOLD con fornitura di telo, accappatoio e ciabattine e in omaggio la shopper di Monticello SPA&FIT;
  • Cerimonia di benessere a scelta tra quelle previste per la giornata;
  • Aperitivo Royale con una consumazione alcolica o analcolica, una selezione di finger food ed un primo a scelta;
  • Massaggio rilassante da 25 minuti con il prezioso olio di rugiada.

BRIDE PLATINUM

La proposta Platinum prevede:

  • Ingresso full day festivo con accesso a tutte le aree del Centro, compresa l’area Fitness;
  • Kit GOLD con fornitura di telo, accappatoio e ciabattine e in omaggio la shopper di Monticello SPA&FIT;
  • Cerimonia di benessere a scelta tra quelle previste per la giornata;
  • Pranzo o cena con una pregiata selezione di antipasti, primo e secondo accompagnati da un calice di vino, acqua e caffè;
  • Massaggio rilassante da 25 minuti con il prezioso olio di rugiada;
  • Brindisi di bollicine accompagnato da frutta fresca in un’area riservata.

Per gruppi con un numero minimo di 7 persone la sposa è omaggio. Chi va per primo o chi c’è gia stato mi segnali la sua esperienza, puoi essere d’aiuto anche ad altre spose che cercano una location raffinata e immersa nel verde per il loro addio al nubilato.

Per informazioni puoi accedere al sito della struttura: Monticello SPA&FIT

***

It’s been days that I’m looking for the best location for the bachelor’s party of my dear friend Marta. She works in the weddings industry too, and it is very difficult to surprise!

If I were to define Marta in a few words, surely among the adjectives I would say “demanding”: a characteristic that I really like about her, because she always tries to find the best solutions and the best things on market. Do not get me wrong, if a few minutes of research means getting a better result, why not ?!

So for a person of this type I have been oriented to cozy and elegant locations, without being excessive, which allows all the friends to be comfortable, to chill, to relax, without stick to the mobile and post on social networks..and the answer is going to a “SPA”.

Marta also works during the week-ends and has little time for herself and for relaxing beauty treatments. Looking for something nice and not far on internet I have found several possibilities.

I soon reach the Monticello SPA & FIT website, an authentic oasis of relaxation in Monticello Brianza (LC), immersed in the green of the Brianza, a few steps from Milan, with both indoor and outdoor areas.

There are large panoramic tubs with hydromassage, cervical waterfalls, river, backwater swimming and massaging sun loungers, a large saline bath with gaiser, a large solarium with deckchairs and sun loungers, a large warm & warm area with saunas, hammam, steam baths, rooms Relaxing and emotional, a healthy buffet, a large fitness area and a delicious restaurant, food in these cases has an important aggregative role!

You know I’m a fan of creams and massages and here the choice is really infinite, you can choose from 30 massages and beauty products of the highest quality. So if you don’t here from me for few hours it means that I am personally testing the place!

Just to give you an idea I copied the offer dedicated to hen parties that I found on their website, so you also have an idea of ​​the services:

 

BRIDE BRONZE

The Bronze Proposal includes:

  • Full-day week-end or 3-hour holiday with access to all areas of the center, including the fitness area;
  • Well-being ceremony to choose from among those planned for the day;
  • Aperitif at Mon-Bistrot with alcoholic or soft drinks and a selection of finger food.

BRIDE SILVER

The Silver proposal provides:

  • Full-day or 3-hour holiday entrance with access to all areas of the center, including the Fitness area;
  • A wellness ceremony reserved for the bride and girlfriends of choice between a modeling ritual and a session of Tibetan bells;
  • Aperitif Royale with alcoholic or non-alcoholic drinks, a selection of finger food and a first choice.

BRIDE GOLD

The Gold proposal includes:

  • Full-day or 3-hour holiday entrance with access to all areas of the center, including the Fitness area;
  • GOLD kit with supply of towel, bathrobe and slippers and free of charge the shopper of Monticello SPA & FIT;
  • Well-being ceremony to choose from among those planned for the day;
  • Aperitif Royale with alcoholic or soft drink, a selection of finger food and a first choice;
  • Relaxing massage for 25 minutes with precious dewater oil.

BRIDE PLATINUM

The Platinum proposal provides:

  • Full-day festive entrance with access to all areas of the Center, including the Fitness area;
  • GOLD kit with supply of towel, bathrobe and slippers and free of charge the shopper of Monticello SPA & FIT;
  • Well-being ceremony to choose from among those planned for the day;
  • Lunch or dinner with a fine selection of appetizers, first and second accompanied by a glass of wine, water and coffee;
  • Relaxing massage for 25 minutes with precious dew-oil;
  • Toast with italian champagne accompanied by fresh fruit in a reserved area.

For groups with a minimum of 7 people the bride is free. Whoever goes there first or has been there, please tell me your experience, you can also help other brides who are looking for the best place to have their bachelorette party.

For information, please visit the website: Monticello SPA & FIT

<img src="https://buzzoole.com/track-img.php?code=PF0B6JZ7DRPHWTNRI3LO" alt="Buzzoole" />

Bookcrossing: Berlino la cultura ringrazia

Non potevo non postare immediatamente questa splendida iniziativa, ormai sono due o tre mesi che in Italia se ne sente parlare, ma altrove, il Bookcrossing è una realtà presente da diversi anni, vediamo di cosa si tratta!

Immagine

Funziona cosi, chi possiede un libro può decidere di ‘liberarlo’, lasciandolo a disposizione di potenziali nuovi lettori, per cui puoi prenderlo, leggerlo e poi farlo nuovamente circolare. A Berlino esiste una strada alberata nella zona di Prenzlauer Berg,
dove gli alberi non sono alberi qualunque: al loro interno custodiscono degli scaffali per il BOOKCROSSING, per cui puoi passare e prendere o lasciare dei libri.

Immagine

Il progetto si chiama BERLIN BOOK FOREST, ogni tronco libreria puo’ contenere circa un centinaio di libri al suo interno e sono protetti da sportelli in plastica che li preservano dalle intemperie. Chissà che il comune di Milano non decida di creare un iniziativa simile, magari coinvolgendo i turisti, cosi da creare librerie internazionali negli aereoporti o nei luoghi di attesa, come gli uffici pubblici. Se almeno la burocrazia italiana non puo’ essere velocizzata, che almeno si possano avere gli strumenti per occupare il proprio tempo in maniera costruttiva!

Immagine

Allora non ci resta che fare anche noi un piccolo passo in questa direzione, la prossima volta che dovete andare in comune o in metropolitana, portate un libro che volete “liberare” e lasciatelo casualmente sulla banchina della metro, dal medico o in comune.

Immagine

Automaticamente avremmo dato il nostro contributo al BookCrossing! Che cosa aspettate? Presto che è tardi!!!

MFW 2014: Etro la sfilata assolutamente da non perdere!

Milano fashion week

Oggi ritorno a scrivere sul Blog dopo tanto tempo, mi mancava scrivervi, ma questi ultimi mesi sono stati davvero impegnativi e ricchi di grandissime soddisfazioni, a poco a poco vi racconterò tutte le cose fantastiche che mi sono successe!

Adesso però non sto piu’ nella pelle, voglio raccontarvi di oggi della meravigliosa sfilata di Etro, ebbene si, lo sapete, ho un debole per questo marchio, lo trovo cosi creativo, colorato, felice! Sapete quanto poi amo la loro collezione maschile, ma..bisognerà aspettare gennaio!

Blogger Milano Fashion week

Alle 13.30 lo staff di ” TiamoTisposo” era pronto per l’evento, ci siamo incontrati tutti in via Piranesi davanti al Palazzo del Ghiaccio, splendida sede della sfilata del brand. Questa volta, oltre a me e a Luana, c’era un nuovo membro dello staff Andrea P. un giovane fotografo milanese, lo ringraziamo sin d’ora per gli scatti che ha fatto per noi all’evento e per la sua infinita disponibilità.

milano fashion show etro

Come ormai saprete tutti, il vero show inizia fuori dalle location delle sfilate: giornalisti, cameraman, blogger, fotografi, vip e amanti della moda di tutto il mondo si incontrano a milano per lavoro e per passione. Gli scopi sono molteplici, ma il comune denominatore qui alla sfilata di Etro è indossare almeno un capo colorato, farsi notare e…farsi fotografare!!!

Glam milano fashion week

Blogger Milano Fashion week1

blogger etro milano fashion week

Devo dire che quest’anno i posti che abbiamo avuto erano davvero strategici, abbiamo visto benissimo tutti i capi che hanno sfilato, e ne valeva davvero la pena!…Quasi dimenticavo, siamo riusciti di nuovo ad accedere al back stage e vi mostro qualche scatto!!

Make up etro fashion show

Back stage make up ETRO fashion show

back stage etro fashion show

La donna ETRO per la prossima stagione vestirà i colori del mediteranneo: sfumature dal verde all’azzurro, l’oro metallizzato delle nostre spiaggie brillava sotto i riflettori proprio come la sabbia sotto il sole estivo.

Etro Catwalk milano fashion week

Hanno sfilato forme morbide, trasparenze, ampie gonne pantalone, abiti al ginocchio con scollature vertiginose e abiti lunghi. Le cinture diventano accessori fondamentali per affinare il punto vita, fiori, quadri e cerchi, frange, perline e il motivo paisley (marchio di fabbrica della maison) vengono riprese in versione soft e chic.

Etro fashion show

cartella stampa etro

Etro fashion show 2 milano

Etro Fashion Show Milano 3

Etro make up fashion show

Senza che ce ne accorgiamo, in un batter d’occhio la sfilata finisce e il popolo della moda migra verso una nuova destinazione, ma certo è che questa collezione e questo nuovo concetto di eleganza rilassata ci rimarrà nel cuore fino alla prossima Fashion Week!

Grazie ETRO per le splendide emozioni e grazie ad Andrea e a Luana per averle condivise con me!

Etro staff tiamotisposo

A presto!

Destination Wedding: Sposarsi all’estero -Marrakech-

matrimonio marocco

Oggi vorrei parlarvi di un argomento che mi sta davvero a cuore, in passato ho avuto diverse coppie di amici che hanno rinunciato al loro sogno d’amore, sposarsi all’estero, perchè scomodo per gli invitati o troppo caro. Per questa ragione volevo parlarvi del Marocco, una destinazione molto vicina, economica e che permette anche alle coppie di massimizzare davvero il budget a loro disposizione per le nozze.

Ho contattato un esperta agente di viaggio di Milano, specializzata in questo genere di servizi LAILA MUSCA, ed insieme abbiamo selezionato un programma dettagliato di un ipotetico matrimonio a Marrakech completo di piccolo viaggio di nozze low cost.

matrimonio piscina estero

Siamo state particolarmente attente a che l’unica cosa di “low” fosse il prezzo, perchè le strutture, il ricevimento e il servizio non lo sono assolutamente!

Abbiamo ipotizzato un 3 giorni e 2 notti con partenza il 7 giugno 2013, ricevimento e soggiorno in HOTEL ATLAS TARGA & RESORT 4****, davvero un resort magnifico!

http://www.hotelsatlas.com/?lang=fr&contenu=hotel&cat=4&hot=5

nozze da sogno

Analizziamo bene insieme il programma “day by day”:

Abbiamo ipotizzato la data di Venerdì 7 Giugno 2013

– Partenza da Milano Malpensa  alle ore 06.50 per Marrakech  e arrivo alle ore 09.15 con volo low cost

– Arrivo in aeroporto, ricevimento da parte del corrispondente locale e trasferimento privato direttamente presso l’hotel ATLAS TARGA & RESORT, con parco e piscina.

– Drink di  benvenuto e sistemazione camere: in suite per gli sposi e  doppia per gli ospiti.

– Pranzo libero.

– Nel pomeriggio, per chi lo desidera , trasferimento in piazza Jemaa El Fna per shopping nel souk oppure per i più pigri ingresso alla Spa dell’hotel

la sera…

– Cena  “tete a tete”  per gli sposi e libera per gli ospiti, pernottamento.

 

viaggio di nozze

Sabato 8 Giugno 2013

-La giornata dedicata al matrimonio inizia con un’abbondante prima colazione.

– L’evento viene organizzato nel parco con piscina dell’hotel con allestimenti e scenografie a tema scelte dal cliente tra: Orientale, Occidentale, Fantasia, Danze e animazione fino a tarda ora. Pernottamento

Domenica 9 Giugno 2013

– Sveglia, per chi ha dormito, in tempo utile per colazione e trasferimento in aeroporto per volo

– In partenza da Marrakech alle ore  08.05 con arrivo a Malpensa alle ore  13.15

– Gli sposi, invece, pernottano in Hotel, proseguendo il giorno successivo con volo Royal Air Maroc,  per la luna di miele a  GRAN CANARIA.

Lunedì 10 Giugno 2013

– Arrivo a Gran Canaria e sette notti di soggiorno presso l’HOTEL SANTA CATALINA 5***** www.hotelsantacatalina.com/ In camera standard, con prima colazione e cena

– Settimana a diposizione degli sposi per relax ed escursioni.

 Lunedì 17 Giugno 2013

Partenza da Gran Canaria per rientro in italia  con volo GranCanaria/marrakech/Malpensa della Royal  Air Maroc.

RIEPILOGO DEI COSTI E VARIANTI

Sulla base di 36 pax (sposi + 4 testimoni + 30 altri ospiti), il costo per questa proposta è di EURO 16.800 complessive e comprende:

.Voli Milano/Marrakech/Milano con compagnia Low Cost alla quotazione odierna

.Transfert da Aeroporto a Hotel A/R

. 2 notti in pernottamento e prima colazione in camera doppia standard in B&B presso l’Hotel Atlas Targa & Resort di Marrakech

. Aperitivo di benvenuto

. Trasferimento in Piazza Jemaa El Fna

. Cena per gli sposi

. Cerimonia di matrimonio con rito civile, trascrizione in Italia (senza urgenza)

. Ricevimento di nozze con aperitivo, cena a buffet, allestimento scenografia ed animazione.

PROSEGUIMENTO FACOLTATIVO CON LUNA DI MIELE COME DA PROGRAMMA: COMPLESSIVAMENTE  PER GLI SPOSI EURO 3.684

Esclude:

. Qualunque copertura assicurativa,  servizi non specificati nel  programma.

____________________________________________________

wedding consultant

OPZIONE 2 : Ricevimento in Villa privata con parco e piscina

• Struttura sede dell’evento con possibilità di soggiorno in loco per 20 pax

e 16 pax in strutture alberghiere adiacenti.

I COSTI:

Sulla base di 36 pax il prezzo per questa proposta è di €. 180 a persona e comprende:

Transfert da Aeroporto a Hotel A/R – 1 notte in pernottamento in villa per 20 pers.

+ 16 in hotel 4* in camera doppia standard in B&B

Ricevimento con aperitivo, cena a buffet, allestimento scenografia ed animazione.

OPZIONE 3 : Ricevimento presso un elegante e prestigioso ristorante nel pieno centro della città

matrimonio marocco

Per informazioni ed eventuali preventivi potete contattare con fiducia la nostra consulente di viaggio:

LAILA MUSCA
WEDDING & LUXURY TRAVEL CONSULTANT
cell. 348.4438802
lmviaggi@gmailcom

Musica e Ballo: il must di un Matrimonio divertente

dance1

Cosa non puo’ davvero mancare in un matrimonio? Tra gli elementi essenziali per la buona riuscita di un matrimonio, non dobbiamo assolutamente dimenticare la Musica: sia come forma di intrattenimento, sia come base per rendere piu’ complici tra loro gli ospiti, sia come mezzo essenziale per creare situazioni divertenti!

I benefici del ballo sono molteplici per il ricevimento di nozze: agevola la conversazione tra invitati che non si conoscono, combatte l’invecchiamento precoce..(ci sono ospiti che durante alcuni ricevimenti noiosissimi acquistano rughe da noia acuta!), è un attività ideale a tutte le età, distrae gli ospiti da eventuali preoccupazioni e li rende sicuramente piu’ sereni e piu’ coinvolti nei festeggiamenti!

Avete il senso del ritmo di un bradipo, non c’è da preoccuparsi è questa la nuova frontiera del matrimonio oggi: imparare a ballare!

A molte coppie abbiamo consigliato una figura nuova, la WDT (Wedding Dancing Teacher), una vera e propria insegnante di ballo che vi raggiunge a casa nei ritagli di tempo, per insegnarvi a ballare. Oltre ad essere un servizio su misura, è davvero piu’ comodo della scuola di ballo! Basta avere un salotto spazioso e un paio d’ore a settimana di tempo.

Potrete cosi imparare senza alcun imbarazzo a ballare i pezzi che avete scelto come playlist del vostro ricevimento e se come le nostre ultime coppie, avete deciso di sorprendere gli invitati con una coreografia ad hoc potrete divertirvi e invitare anche i testimoni e gli amici piu’ stretti. Piu’ persone potranno aggregarsi alla coreografia costruita su misura per Voi, piu’ divertente sarà il ricevimento!

dance

Fundamental things for a wedding? Among the essential elements we must not forget the Music: base to make more ‘accomplices among our guests, and an essential means to create funny situations!

The benefits of dance are different during the wedding reception: facilitates conversation among guests, fights premature aging .. (some receptions can create wrinkles from acute boredom!), Is an ideal activity for all ages, distracting guests from any concerns and makes them certainly more ‘serene and more’ involved in the festivities!

Have a sense of the rhythm of a sloth, do not worry this is the new frontier of marriage today: to learn to dance!

We have recommended  the WDT to our couples (Wedding Dancing Teacher), a real dance teacher who reaches you at home in your spare time to teach you to dance. In addition to being a bespoke service, it’s really more ‘comfortable than a dance school! Just have a spacious living room and a couple of hours a week of time.

So you can learn to dance without embarrassment, the pieces you have chosen as a playlist of your reception and if you like you can decided to surprise your guests with a choreographed ad hoc and invite witnesses and friends more ‘narrow . More ‘people will join the choreography custom built for you, more’ fun will be the reception!